IDEATO E DIRETTO
DA ANTONIO CANTARO
E FEDERICO LOSURDO

IDEATO E DIRETTO DA ANTONIO CANTARO E FEDERICO LOSURDO

Dopo Sharm el-Sheikh è tempo di chiudere la serie delle Cop

Prese insieme la Cop26 di Glasgow e la Cop27 di Sharm el-Sheikh sono la prova che l’assetto istituzionale uscito dagli Accordi di Parigi non funziona. È tempo di un trattato internazionale di non-proliferazione dei combustibili fossili.

Grosso modo il contrario – in termini di possibilità, certo – vale sotto la condizione delineata dal secondo caso. Del quale, qui, si vuole soprattutto dire che il suo tenore è quello di una prospettiva che i paesi ricchi hanno motivo di coltivare per sé stessi, per il proprio bene, appunto affinché la loro storia prosegua in modo degno, civile, ragionevole – al fondo, diremmo, al fine di conservare il rispetto di se stessi, sia come attori della scena globale, sia ‘internamente’, in tutti i sensi che il termine può assumere.

Purtroppo, la stessa cronaca delle giornate di Sharm el-Sheikh suggerisce quanto qualcosa del genere sia difficile: l’estrema riluttanza dell’Unione europea e soprattutto degli Stati Uniti a mettere mano alla questione delle perdite e dei danni, superata soltanto in extremis, la dice lunga circa gli ostacoli destinati a sorgere sulla strada di scelte tanto più impegnative come quelle appena dette. Ma queste, almeno, lasciano intravvedere una risposta alla domanda circa il modo in cui conviene battersi per la causa dell’ambiente – per essere, qui in Occidente, “utili al mondo e alle nostre dita”. Appunto, facendo pubblicità all’idea di abbandonare l’assillo della ‘crescita’, in modo che risulti quanto più positiva e convincente sia possibile. Cosa che può benissimo fare il paio, per ragioni di merito e di metodo, con la rivendicazione di un Trattato di non-proliferazione dei combustibili fossili che chiuda l’inconcludente stagione delle Cop.

[articolo già pubblicato nel sito del CRS (Centro di riforma dello Stato) alla pagina: https://centroriformastato.it/dopo-sharm-el-sheikh-e-tempo-di-chiudere-la-serie-delle-cop/]

Vuoi ricevere la nostra newsletter?

Privacy *

Newsletter

Privacy *

Ultimi articoli pubblicati