IDEATO E DIRETTO
DA ANTONIO CANTARO
E FEDERICO LOSURDO

IDEATO E DIRETTO DA ANTONIO CANTARO E FEDERICO LOSURDO

Critica europea

Funzionalismo bellico, guerra disumana

Nel mondo multipolare di oggi la guerra ha cambiato forma. Una guerra dis-umana che si prefigge l’annientamento del “nemico”, senza obiettivi politici realistici. La retorica dell’Europa della difesa si riduce ad un funzionalismo bellico per conto della NATO.

Guerra contro il lavoro, secondo modulo

Per celebrare il grande cineasta inglese Ken Loach, la Scuola di educazione alla politica, promossa da fuoricollana.it e dall’associazione Itinerari e Incontri, ha organizzato ad Urbino il 19 aprile il suo secondo modulo dedicato a “Guerra al lavoro” di cui qui pubblichiamo la registrazione

Guerra contro le donne, primo modulo

Pubblichiamo le registrazioni del I modulo della Scuola “Guerra contro le donne” tenuto ad Urbino il 15-16 marzo con interventi di Anna Finocchiaro, Manolo Farci, Barbara Pezzini, Debora Brizzi, Raffaella Sarti e le conclusioni di Antonio Cantaro. Il prossimo appuntamento a maggio, “Guerra al lavoro”.

I costituzionalisti e la femme du peuple

Se il diritto costituzionale fosse veramente una scienza, oggi i costituzionalisti sosterrebbero all’unisono l’incostituzionalità del disegno di legge costituzionale Meloni-Casellati che introduce l’elezione diretta del Presidente del Consiglio dei ministri. E invece così non è, e il dibattito suscitato dall’esercizio (illegittimo) di potere costituente – nel quale consiste la proposta presentata – ci ha in gran parte intrattenuti intorno a miti distinguo rispetto a specifici profili assunti come questioni tecniche eventualmente da perfezionare per il raggiungimento dell’obiettivo.

2154. Dopo Cristo

La busta paga arriva lo stesso giorno, ma lo stipendio è diverso. Nel nostro Paese la differenza salariale tra uomini e donne nel sistema privato ha raggiunto da tempo circa gli otto mila euro. L’ uso dell’espressione inglese – la chiamano gender pay gap – copre di una patina di inevitabilità questa vera e proprio rapina a danno delle lavoratrici, delle donne («il più grande furto della storia» per le Nazioni Unite).

Volponi e Pasolini, Romanzo occidentale

In “Romanzo occidentale” (Mimesis, 2024) Antonio De Simone espone una galleria d’autori in cui Paolo Volponi, l’Urbinate, di cui ricorre il centenario della nascita, è riletto nella politicità del fatto letterario. A partire dall’amico e maestro Pasolini.

Scuola di educazione alla politica, il seminario inaugurale

Pubblichiamo il video del seminario “Lo Stato della Costituzione” tenuto ad Urbino il 28 febbraio. Relazioni di Andrea Guazzarotti, Massimo Luciani, Geminello Preterossi, Luigi Alfieri. Il prossimo appuntamento il 15-16 marzo, “Guerra contro le donne” con Anna Finocchiaro, Manolo Farci, Barbara Pezzini, Debora Brizzi, Raffaella Sarti.

Africa senza storia o storia senza Africa?

In uno tra i più brevi e densi Dialoghi che compongono le Operette morali, quello che si svolge tra la Natura ed un Islandese, Leopardi trova del tutto scontato, senza che si registrino oscillazioni di sorta tra autografi e stampe conclusive, personificare la prima con il continente africano, «nella forma smisurata di donna seduta in terra, col busto ritto, appoggiato il dosso e il gomito a una montagna; e non finta ma viva; di occhi e di capelli nerissimi».

La guerra, la fine dell’Europa?

Dal 8 al 10 settembre 2023 si svolge a Roma (presso Villa Angelina, Via Nomentana 333) la quarta edizione della Scuola di formazione politica, organizzata da Patria e Costituzione in collaborazione con la Fionda e con noi di Fuoricollana.

Secoli lunghi

Di cosa ci parlano nel profondo, al di là della contingenza e della cronaca, l’assalto all’ambasciata francese in Niger e il tentativo di colpo di Stato in corso in quel Paese? Ci parlano dell’onda lunga dell’anticolonialismo, assai più che della Wagner e di Putin come invece preferiscono credere i cultori prezzolati del pettegolezzo da talk show e della geopolitica complottista. Anche se è proprio al cospetto del Presidente russo che è stato pronunciato sul “tema” uno dei discorsi più virali delle ultime settimane.